Altro che “madonnari”: a Nanjing, in Cina, si trova l’opera di street art più grande del mondo.
Intitolata “I ritmi della giovinezza”, è lunga ben 365 metri, ed occupa una superficie di ben 2.500 metri quadri, conquistando ben due record del Guinness dei Primati.
La tecnica usata per l’opera, realizzata nel campus dell’Università, è quella cosiddetta “anamorfica”: le figure vengono disegnate distorte in modo che da un certo punto di vista diano l’illusone della tridimensionalità.
“Ci sono voluti più di 20 giorni alla mia squadra per dipingere l’asfalto.
Ogni giorno lavoravamo dall’alba fino a che c’era abbastanza luce da distinguere i colori.
Abbiamo dedicato tutto il nostro tempo, energie ed attenzione a questo dipinto”, spiega Yang Yongchun, l’artista che ha coordinato la realizzazione dell’opera.
“Non ci aspettavamo che così tanti studenti camminassero qui intorno.
Così abbiamo cercato di includere i pedoni nell’opera.
Abbiamo combinato la realtà all’arte, in questo modo”, spiega uno degli aiutanti di Yang.