La delicata operazione, costata poche centinaia di euro, è stata condotta sotto anestesia ed è durata circa mezz'ora.
George, un pesciolino rosso di 10 anni, sta recuperando le forze nella sua boccia di vetro in Australia, dopo essere stato operato di un tumore al cervello.
La proprietaria di George non ha voluto sottoporlo ad eutanasia - in media questa specie arriva a vivere trent'anni - e ha deciso di affidare il suo pesciolino al bisturi del veterinario Tristan Rich.
La delicata operazione, costata poche centinaia di euro, è stata condotta sotto anestesia ed è durata circa mezz'ora, ha spiegato Rich, della clinica veterinaria Lort Smith di Melbourne.
Non potevamo permetterci di perdere più di mezzo millilitro di sangue", ha aggiunto, in un'intervista a un'emittente radiofonica.
"E' stato un intervento ad alto rischio, ma tutto è andato bene", ha concluso il medico, sottolineando che "ognuno ha un legame diverso con i propri animali domestici e non spetta all'uomo fare differenze tra le specie".