Considerata fin dai tempi antichi come una sorta di talismano, il suo aspetto si presenta variamente striato con bande, spesso concentriche, che vanno dal rosso mattone all’arancio, dal giallo all’antracite.
Si soleva dire che l’Agata avesse il potere di dissetare anche in assenza d’acqua e di proteggere le persone dall’insorgere di stati febbrili.



L’Agata è una pietra dalle facoltà protettive che agisce in caso di disturbi all’apparato oculare e alla pelle.
Usata sovente contro emicrania e cefalea, ben si adatta alla fortificazione di organi quali lo stomaco, il fegato, il cervello e i polmoni.
Limita l’insorgere di dolori addominali e lombari oltre ad essere utilizzata come metodo per combattere sia l’impotenza che la sterilità.
L’Agata accresce il senso di sicurezza e migliora le capacità di gestione degli influssi esterni.
Pietra che infonde coraggio, l’Agata aiuta inoltre a ritrovare l’armonia con gli altri e con se stessi allontanando timidezza e paura.
Dotata di ottimo potere energetico stimola la passionalità, la sensualità e l’istinto di conservazione.
Pietra dei segni zodiacali del Toro e dello Scorpione, l’Agata è anche denominata “pietra della concretezza” dato che, aiutando la persona che la indossa a focalizzare situazioni apparentemente confuse, rende, nella mente umana concreto il pensiero logico-razionale.